Tutto cominciò negli anni ’30 quando Giovanni Torello acquistò il Castello di Grillano con le storiche cantine, i vigneti e le due cascine “Carlotta” e “Rivarola”. Si tratta del nonno di Francesco, l’attuale proprietario.

Con l’abbandono dei vecchi fattori il padre di Francesco, Paolo, inizia ad occuparsi in prima persona dei vigneti abbandonando le attività industriali intraprese dalla famiglia a Genova.
Il giovane Francesco, ingegnere giramondo, lo aiuta saltuariamente durante le vacanze estive ma nel 2003 decide di seguirne le orme dedicandosi con passione e spirito imprenditoriale, all’attività vitivinicola.
Inizia così una vasta opera di ristrutturazione del vigneto e di sistemazione delle cantine, vengono ripristinati e ammodernati i fabbricati e, restaurando una antica cascina, realizzata la locanda. La prossima generazione – Filippo e Federica – per quanto giovane, aiuta e condivide il grande sogno del Castello di Grillano iniziato dai bisnonni quasi un secolo fa.

Castello di Grillano prende il nome dall’omonimo borgo a due chilometri da Ovada, storica cittadina del Monferrato fondata dagli antichi romani alla confluenza dei fiumi Orba e Stura, a 34 km da Alessandria e a 30 minuti dal mare di Genova, di cui ha seguito le vicissitudini storiche dalla Repubblica Marinara fino al Risorgimento e all’Unità d’Italia.